Del 12 Aprile 2022

cala goloritze Sardegna
Guida di Cala goloritzé: info utili per una visita alla cala e dintorni

Tutte le isole sono in un modo o nell’altro affascinanti, sia per essere un pezzo di terra completamente circondate dal mare, sia perché posseggono sempre paesaggi naturali incredibili. In Italia, Sicilia e Sardegna sono in grossa competizione per quale sia la più bella, ma oggi, girando per la penisola, noi di AllTours abbiamo deciso di fermarci proprio sull’isola sarda e precisamente sulla straordinaria cala di Goloritzé. Patrimonio inestimabile della Sardegna, questa piccolissima spiaggetta incastrata tra le rocce, si colloca assolutamente tra i posti più spettacolari dell’isola. Il colore azzurro regna sovrano. Nelle giornate più limpide, cielo e mare si fondono in un mix di colori e contrasti unici nel loro genere. La Cala di Goloritzé è costituita da una storia e una composizione tutta sua che non tarderemo a raccontarvi. Troverete in questo articolo tutte le informazioni utili che vi serviranno per arrivarci, tra cui: saper dove parcheggiare, dove alloggiare e come attrezzarvi per raggiungere una delle più belle spiagge che abbiate mai visto.

Storia e composizione di Cala Goloritzé

La storia di cala Goloritzé è molto avvincente e gli aneddoti su questo posto non mancano davvero d’esistere. Prima del 1962, sulla costa dove ora possiamo ammirare la bellissima spiaggia, era presenta una falesia di roccia alta ben 500 mt. Proprio in quell’anno un incredibile frana fece crollare una parte del muro di roccia andando a formare la nostra famosissima cala di Goloritzé. Ciò che è rimasto della falesia è il celebre pinnacolo e simbolo della spiaggia, alto 143 mt e chiamato Monte Caroddi. Essendo originata da un crollo di materiale naturale, la composizione della spiaggia è davvero singolare. Per lo più costituita da piccoli sassolini bianchi, alterna tratti di sabbia bianca con altri di ciottoli un po’ più grossi. Le sorgenti di acqua dolce nei pressi di Cala Goloritzé, conferiscono al mare quel colore azzurro unico nel suo genere che tutte le altre spiagge di Italia gli invidiano. Non a caso è stata nominata dagli utenti di Tripadvisor come una della più belle 10 spiagge d’Italia. Restando in tema di onorificenze, è stato proclamata nel 1993 monumento naturale della regione Sardegna e nel 1995 monumento nazionale italiano.
Ad accrescere ulteriormente la prestigiosità del posto, sulla sinistra guadando la spiaggia, troviamo un arco naturale di roccia in mezzo al mare, formato dalla lenta azione levigatrice del suo moto e delle onde. Un posto come quello di Cala Goloritzé è veramente irripetibile. Pensando alla Sardegna non si può fare a meno di vagare con la propria mente anche qui. Tutte le principali cartoline dell’isola sono ispirate a questo posto. Vediamo ora nel dettaglio come raggiugere e come arrivare in uno dei posti più esemplari dell’isola.

Cala Goloritzé: come arrivare e dove parcheggiare?

cala goloritze come arrivare

Per arrivare a Cala Goloritzé esistono due modi: via mare o via terra. Quello via mare comprende la necessità di avere un’imbarcazione, ma dal momento che non è possibile ormeggiare la propria barca a meno di 200 mt dalla spiaggia, non sempre e non per tutti è possibile raggiungerla a nuoto. Per questo motivo ci sentiamo di sconsigliare questa opzione. Arrivare via terra invece non è semplicissimo, ma sicuramente, seguendo le nostre indicazioni, saprete come arrivare a cala Goloritzé agevolmente e nel minor tempo possibile.
Il paese di riferimento è Baunei, centro abitato posto sulla SS125 che attraversa tutto il golfo di Orosei. Da Baunei, le indicazioni per la cala Goloritzè iniziano già ad essere ben chiare. Vi indicheranno inizialmente di girare verso la costa e imboccare una strada asfaltata che vi porterà fino all’altopiano del Golgo. Qui ulteriori segnali vi aiuteranno, attraverso cartelli e informazioni richieste alla gentile gente del posto, a capire come arrivare a cala Goloritzé e al suo parcheggio. Lo spazio per sostare con la propria auto è gratuito e si chiama “Su Porteddu”, dal quale partirà il sentiero per raggiungere la rinomata spiaggia.
Un’altra curiosità interessante è raffigurata dall’origine del nome. Inizialmente il termine Goloritzé voleva essere riferito a tutto il promontorio per la forma a “serpente” che aveva. La parola Goloritzé infatti, nel dialetto Baunese, significa esattamente questo rettile. Successivamente, con l’andare del tempo, è stato lentamente scambiato dalle persone con il nome della cala che ancora oggi possiede.
Vediamo ora dettagliatamente come raggiungere a piedi questo spettacolare luogo della terra sarda.

Cala Golorité a piedi: percorso e trekking

Se parcheggiare per Cala Goloritzé è relativamente semplice, arrivarci a piedi lo è leggermente meno. Una volta aver posteggiato la vostra auto nel parcheggio di “Su Porteddu”, il sentiero incomincia ben segnato da lì a pochi metri. Tuttavia, prima di intraprendere sulle vostre gambe il percorso per Cala Goloritzé, ci sono due informazioni fondamentali da dover sapere anticipatamente:
  • l’accesso è limitato a 250 persone massimo al giorno ed è richiesta la prenotazione. È possibile prenotare sul sito a partire da 72 ore prima della data prevista.
  • Il costo per accedervi è di 6 euro per tutta la giornata, pagabili al chiosco situati all’ingresso del sentiero per cala Goloritzé o al momento della prenotazione
Il percorso si estende su circa 3,5 km di sola andata, inizialmente in discesa e successivamente al ritorno in salita, per cui è necessario per prima cosa valutare se si hanno le possibilità di percorrerlo. Il tempo impiegato è di circa 2/3 ore tra andata e ritorno. Considerando che le temperature estive in Sardegna sono piuttosto alte, è fondamentale coprirsi bene la testa e portarsi molta acqua. Il sentiero è agibile e ben segnalato, ma pensare di camminare con le infradito è assolutamente sconsigliato. L’invito è quello di indossare delle scarpe da Trekking. Cala Goloritzè è bellissima, ma in mezzo al nulla. Sul posto infatti non troverete chioschi o bar per cui portatevi tutte le provviste che riterrete opportune.
Camminare in questo angolo di terra Sarda, vi renderete conto essere una delle avventure più entusiasmanti della vostra vacanza. Arrivare a cala Goloritzè a piedi non sarà mai stato così entusiasmante.

Dove soggiornare? Villaggi, strutture e hotel a Cala Goloritzé

cala goloritze hotel

Sicuramente il Golfo di Orosei offre molte possibilità di alloggiare nei dintorni di cala Goloritzé. Gli hotel non mancano, i villaggi pure e le strutture vacanze nemmeno. Ecco perché Alltours si trova sempre in prima linea per consigliarvi i migliori.

Resort

I resort principali sono essenzialmente due e sono collocati a Calagonone e a Santa Maria Navarrese:
 
  • Il più a sud dei due è quello situato a Santa Marina Navarrese, un attimo al di sotto del Golfo di Orosei: il Marina Torre Navarrese beach resort. Una struttura immersa nel verde della natura, tranquilla, rilassante e distante solo 150 mt della spiaggia. Solo questo potrebbe già bastare per inserirlo tra le nostre strutture preferite. Con piscina, animazione e intrattenimento, è il luogo ideale per chiunque voglia passare una vacanza coi fiocchi.
 
  • Il club esse Palmasera resort è il più vicino a Cala Goloritzé e si trova proprio al centro del golfo di Orosei nella bellissima cittadina di Calagonone. La sua omonima e meravilgiosa spiaggia potrebbe già invogliarvi a sceglierlo come posto per le vostre vacanze. Ma prima di decidere vorremmo aggiungere alle vostre informazioni che il servizio di questo resort è davvero impagabile. Pasti all inclusive, spiaggia attrezzata e animazione per i più piccoli e i più grandi, offrono a questo posto l’opportunità d’inserirsi tra i più desiderati.

Villaggi

Infine non può assolutamente mancare nella nostra lista delle strutture vacanze, tra villaggi e hotel vicini alla cala di Goloritzé,  il villaggio Club esse Calagonone Villagge. Con tutte le caratteristiche del villaggio turistico è un posto pieno di risorse in cui vi aspettano tutti giorni piscine, campi sportivi, spettacoli e serate. La spiaggia e il paesino di Calagonone dove è situato sono la garanzia di una scelta senz’altro perfetta.
In ultimo ci preme ricordare la presenza del Club Hotel Marina Beach & Marina Garden, un’alternativa ideale per godersi cala Goloritzé in Hotel.

Cosa vedere nei dintorni…

Essedo incastonata in uno dei luoghi più belli della Sardegna, Cala Goloritzé è attorniata da cose da fare e vedere. Primo tra tutti il trekking che in questi posti regna sovrano. Ricordiamo il sentiero Blu che attraversa tutta la costa Baunei e che consente, dopo ben 50 km di incredibili mulattiere, di arrivare a proprio a cala Goloritzé. L’arrampicata è l’alternativa davvero suggestiva al trekking. Un’attività praticata da molti in uno dei luoghi che più si presta dell’isola. In aggiunta, anche le escursioni in barca hanno un’importanza davvero fondamentale in queste terre. Tutta la costa di Baunei e il golfo di Orosei sono ancora più incantevoli se visti cambiando prospettiva. Per terminare, le vicine Calagonone, Orosei ed Arbatax, rappresentano i paesi più caratteristici della zona da poter visitare.
 
Anche se le parole sono sempre limitative per poter descrivere un luogo del genere, speriamo di avervi mostrato l’incredibile meraviglia che la cala di Goloritzé offre con il suo patrimonio naturale inestimabile. Uno spettacolo senza precedenti, in cui perfino le fotografie non sono all’altezza di rappresentare la realtà esattamente straordinaria come si trova. Vi possiamo aspettare allora solo in Sardegna, per godervi tutto lo splendore di un posto che è solo da visitare.

cala goloritze percorso